L’Ocse nel suo report Tax administration 2015, che fotografa la situazione delle amministrazioni tributarie di 56 Paesi, evidenzia le priorità che queste hanno posto in essere: ridurre i costi, incentivare i servizi fiscali online e migliorare la tax compliance.
Molte delle amministrazioni considerate hanno optato per la strategia della digitalizzazione per incentivare i contribuenti all’utilizzo dei servizi online rispetto ai meno efficienti e più costosi canali tradizionali.